CONTRASTI FOTOGRAFICI Fabrizio Silvetti

eventbrite_2160x1080_28_giugno_foto

Partecipa all'evento

Contrasti fotografici: la grande fotografia a portata di mano.

Quarto e ultimo appuntamento di questa prima serie, il 28 giugno alle 18:30 incontreremo Fabrizio Silvetti, un ospite dalle mille sfaccettature da scoprire attraverso i suoi racconti e le sue fotografie!

Fabrizio Silvetti è insegnante di informatica in un istituto di Castelnuovo Monti, amatissimo dai suoi studenti. È guida escursionista dell’Associazione Altri Passi e lavora con il Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano. Scrive, si diletta a realizzare lavori artistici, disegna,  corre 20 chilometri al giorno, va in bici per prepararsi alle sue imprese.

Fa della fotografia un uso quotidiano e la accompagna sempre a parole legate al suo vissuto e al rapporto con la sua terra.

Fotografa da sempre ma sempre più col telefono per esigenze di praticità e pesi, anche nell’ultima spedizione, per la prima volta, ha usato solo un telefono.

Fino ad ora ha salito 3 ottomila, il Gasherbrum, al confine tra il Pakistan e la Cina, nel 2011, lo Shisha Pangma, in Tibet, nel 2013 e nel 2017 il Manaslu, in Nepal (8163 metri), il primo con una spedizione di 4 compagni appenninici, le ultime due da solo, e ogni volta sempre senza portatori e senza ossigeno.

Durante le sue spedizioni Silvetti tiene sempre in primissimo piano il sostegno per i bambini realizzando trekking di solidarietà per sostenere i piccoli delle comunità locali. In occasione della spedizione del 2017 nasce il “Manaslu project”, dove alla conquista della cima, avvenuta il 30 settembre 2017,  si è affiancata un’iniziativa solidale di raccolta fondi a favore del progetto umanitario promosso dalla guida d’alta quota nepalese Ngima Sherpa, per la costruzione di scuole e presidi medici nella regione in cui sorge Damar, suo villaggio natale, colpito dal terremoto nel 2015.

Silvetti ci porterà scatti realizzati in luoghi che lui stesso definisce di “mondi lontani, un po’ immaginari e immaginati da chi non li ha vissuti”

“Io non sono un fotografo e la fotografia, le parole, sono un modo per parlare della mia vita, come io la sento e vedo, delle sensazioni, delle emozioni. Cerco di fare immagini che trasmettano questo, non che siano belle. senza preoccuparmi di seguire i canoni fotografici e la teoria, ma le faccio sapendo che quando le guarderò rivivrò le emozioni di allora.”

L’ incontro sarà arricchito da un piccolo spazio aperitivo da condividere durante la serata.

Loading...
Chiudi

Rimani aggiornato su tutti gli eventi e le iniziative di Talent Garden
Tieniti aggiornato su cosa accade nel mondo di Talent Garden: eventi, incontri, persone e notizie dal mondo digitale ogni mese!

Chiudi

Rimani aggiornato su tutti gli eventi e le iniative di Talent Garden
Tieniti aggiornato su cosa accade nel mondo di Talent Garden: eventi, incontri, persone e notizie dal mondo digitale ogni mese!